mer 27 gen | YouTube "Caritas Modenese"

L’effettività dei diritti

Da dove nascono di diritti? A quali esigenze rispondono? Come fare perché possano essere esercitati ? Una conversazione con Federico Valenzano, Thomas Casadei e Franca Olivetti Manoukian per l’occasione della Giornata della Memoria il 27 Gennaio 2021.
La registrazione è stata chiusa
L’effettività dei diritti

Orario e Posto

27 gen, 14:30 – 16:00 CET
YouTube "Caritas Modenese"

Link YouTube

Visionare la conversazione completa qui

Da dove nascono di diritti? A quali esigenze rispondono? Come fare perché possano essere esercitati ?

Per l’occasione della Giornata della Memoria, abbiamo deciso prima di iniziare il nostro impegno alla Crocetta, di riflettere sul senso dei Diritti e dei diritti sociali, e la rilevanza di questi temi nel mondo di oggi. Prendersi un tempo per pensare insieme è importante perché le azioni siano congruenti alle intenzioni.

Come diceva Sennett, Pensare è Fare.

E’ stato emozionante allestire le condizioni, con altri colleghi, per ricevere delle riflessioni e degli interrogativi da due  persone che studiano con passione i problemi sociali e si implicano come intellettuali per costruire una società meno diseguale.

E’ stato importante trovare un modo, anche nuovo, di continuare a riflettere, senza farsi “segregare” dalla pandemia, e permettere di dirci cosa ci sta cuore, quali domande di senso ci attraversano scoprendo la bellezza di lavorare con gli altri non per risolvere ma per conoscere insieme.

APPRENDIMENTI CHIAVE

Per garantire l’effettività dei diritti, bisogna tenere in considerazione la diversità di prospettive.

  1. Se un diritto viene concesso ad alcuni e negato ad altri, non si parla più di diritti ma di privilegi.
  2. Spesso pensiamo di sapere cos’è “bene” e giusto per le persone che incontriamo, ma se si cerca di risolvere il problema senza una riflessione condivisa si rischia di non lasciare spazio all’altro.
  3. Per applicare bene un diritto è importante non fermarsi all’osservanza della norma, ma conoscere il processo che ha portato alla norma.

Collaborazione inter culturale a inter settoriale: uno strumento chiave per contrastare le  disuguaglianze

  1. La mentalità di pensare di sapere cos’e meglio per l’altro è controproducente e ci impedisce di vedere le risorse dell'altro
  2. Decostruire gli attaccamenti delle persone a convinzioni illusorie fondate sul“ s’è sempre fatto così” mentre sta cambiando tutto
  3. La fiducia richiede di essere costruita all’interno di processi di conoscenza. Essa si attiva, si apre, si muove nella condivisione e nell’interesse delle famiglie incontrate.
  4. Spesso i diritti non vengono applicati nella quotidianità dei rapporti sociali.

La pandemia ha esacerbato la disuguaglianza esistente e creato nuovo nell'applicazione dei diritti

  1. le donne sono state colpite in modo sproporzionato a livello globale, essendo a maggior rischio di contrarre covid a causa del lavoro sanitario, avendo una quota ineguale di assistenza all'infanzia e lavoro domestico ed essendo meno protette in situazioni di violenza
  2. le persone anziane sono state esposte a un maggior rischio di covid, sono socialmente più vulnerabili in un mondo "online"
  3. L'apprendimento online ha evidenziato la povertà educativa, che ha avuto un impatto sproporzionato sulle famiglie a rischio di perdita di reddito
La registrazione è stata chiusa

Condivi Evento