Il Centro Diurno è l'opera segno attraverso cui operatori e volontari Caritas cercano di offrire spazi di socialità, conoscenza e dialogo alle persone incontrate dal Centro di Ascolto Diocesano. Questo luogo vuole essere uno spazio di “conoscenza in situazione” delle persone inviate dal Centro di Ascolto, dai Servizi Sociali e dalle Parrocchie, attraverso attività conviviali e primi laboratori di socializzazione.
 

Vengono proposti, inoltre, laboratori di approfondimento su tematiche afferenti alla soggettività, alla socialità, alla cultura come conoscenza di sé e del mondo. Attraverso queste attività si vuole risvegliare nelle persone desideri e aspettative, allestendo le condizioni per cui queste possano sentirsi individui attivi dentro una comunità, favorendo la partecipazione alla vita pubblica e democratica.

I Laboratori del

Centro Diurno

ItineriaMo


Il laboratorio ItineriaMo è un percorso itinerante in cui ogni ospite diventa protagonista e co-conduttore del processo. A ciascuno si chiede di identificare il luogo della città che gli è più caro, condividere la motivazione della scelta e condividere un pezzo della propria biografia, legato alla storia della città e alla propria storia personale. Tutto il gruppo si mette in ascolto di quella memoria riaffiorata, del racconto di un’infanzia vissuta tra le vie del centro o in periferia, di quella abitudine e quella familiarità capaci di trasformare uno spazio in un luogo. L’intero processo è un lavoro corale, in cui conoscenze e competenze individuali diventano competenze di gruppo.




Sartoria sociale


La sartoria sociale è un luogo situato all’interno del Centro Papa Francesco. È nata nel 2019 come risposta ad un desiderio espresso da alcune donne che frequentavano il laboratorio Spazio Donne. Il luogo è stato co-progettato insieme alle operatrici, volontarie e donne coinvolte. L’obiettivo è quello di condividere uno spazio comune, mettendo a disposizione del gruppo le proprie competenze in una logica di “apprendimento circolare”. L’inserimento di una figura professionale per sostenere il progetto sartoriale mettendo a disposizione le proprie competenze tecniche e relazionali, ha trasformato questo luogo in un laboratorio di idee, creatività, manualità e arte.




Laboratorio di riciclo del vetro


Il laboratorio nasce dall’idea di recuperare bottiglie di vetro che altrimenti sarebbero state uno scarto, destinate alla raccolta differenziata. Attraverso alcune lavorazioni che il gruppo ha appreso, e tramite l’utilizzo di materiali specifici, dalla vecchia bottiglia è possibile ricavare un bicchiere decorabile e personalizzabile.




Laboratorio di lettura


presto in arrivo




Laboratorio di Corporeità


Abbiamo immaginato e progettato di sperimentare momenti e spazi in cui vivere esperienze e attività sul tema del benessere e della cura di sé, in condivisione con le persone incontrate e ascoltate al Centro di Ascolto. Grazie alla collaborazione con una volontaria, insegnante di scienze motorie, si è avviato nel 2019 l'esperienza del primo Laboratorio (al centro diurno di Via dei Servi 18) e nel 2020 il secondo Laboratorio, “Movimentazione”, presso un parco della città (Parco 22 Aprile, nel quartiere Crocetta). Le finalità del laboratorio sono quelle di fare esperienza alla pari, tra volontari/operatori e persone incontrate nei nostri centri di ascolto, per conoscersi e condividere più liberamente da ruoli e reciproche aspettative (oltre la conoscenza dei disagi e problemi), ricominciare o incominciare per la prima volta ad attivarsi col corpo e con la mente e riconoscerne segnali, caratteristiche e bisogni per prendersi cura del proprio benessere psicofisico, aumentare la consapevolezza su noi stessi attraverso attività non abitudinarie, come una camminata, o attività di corporeità (per stimolare ad uscire da quanto è noto, ricorsivo), dare tempo alla socialità, per conoscere, attraverso sguardi di differenti persone i contesti, il quartiere e la città per farne emergere un quadro completo di parti poco conosciute, belle o anche problematiche.





Sartoria Sociale Caritas Modenese

"Per me è statA una casa, una seconda opportunità: Ho avuto l'occasione di condividere la mia fede con gli altri, di ascoltare ed essere ascoltato"

Ospite, Caritas Modenese