Avvento di fraternità 2020: custodi del creato e del fratello.


Promuoviamo l’aiuto alimentare ai poveri con un’arancia solidale e di giustizia!

“Caritas Diocesana di Modena e le Caritas Parrocchiali hanno scelto di donare le arance prodotte dalle cooperative e dagli agricoltori della Rete SOS Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, uno dei territori dove maggiori sono lo sfruttamento e l’umiliazione che quotidianamente subiscono centinaia di lavoratori irregolari”.

Può un frutto della terra contenere valori di solidarietà e giustizia umana? Molto spesso è il contrario: gran parte degli agrumi che ogni inverno accompagnano i nostri pasti sono prodotti attraverso lo sfruttamento di moltissimi lavoratori, per lo più stranieri, costretti a vivere in una condizione che non è esagerato paragonare alla schiavitù, privati dei più elementari diritti. Ce lo ricorda il Progetto Presidio di Caritas Italiana: “Lo sfruttamento lavorativo è un fenomeno diffuso indiversi territori del paese.

L’obiettivo è strutturare un presidio presso le Diocesi che aderiscono al progetto, incui la presenza di operatori specializzati e volontari possa assicurare ai lavoratori impiegati nel settoreagricolo e in evidente condizione di sfruttamento, un luogo di ascolto, di orientamento e di tutela rispetto allaloro situazione giuridica, sanitaria e lavorativa. Gli operatori di Presidio operano anche attraverso mezzimobili per raggiungere gli accampamenti dove si trovano lavoratori sfruttati e in condizione di segregazione”.Tredici Caritas Diocesane hanno aiutato oltre cinquemila lavoratori, che continueranno a trovare nelle diocesicoinvolte luoghi di accoglienza, ascolto e accompagnamento legale, sanitario e sociale.

I 13 presidi, infatti,garantiranno per il prossimo biennio la loro attività ordinaria in quelle realtà dove, spesso, insistono grandi insediamenti informali, all’interno dei quali la grave emarginazione e la precarietà esistenziale sono purtroppo la norma. Queste arance sono invece frutti di giustizia, un dono simbolo di equità e solidarietà. Caritas Diocesana di Modena e le Caritas Parrocchiali hanno scelto di donare le arance prodotte dalle cooperative e dagliagricoltori della Rete SOS Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, uno dei territori dove maggiori sono lo sfruttamento e l’umiliazione che quotidianamente subiscono centinaia di lavoratori irregolari. Tutti i produttori di SOS Rosarno sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumonoregolarmente la manodopera impiegata nella raccolta.

Una quota del prezzo di tutti i prodotti va a finanziare l’attività di realtà che promuovono i diritti dei lavoratori delle campagne, nel segno della sovranità alimentaree dell’autodeterminazione delle comunità locali.Come Caritas per la tradizionale iniziativa di Avvento proponiamo pertanto di aderire alla campagna “aranciasospesa”: SOS Rosarno propone a tutte le realtà associative un’iniziativa di solidarietà per garantire a ogni uomo e ogni donna il diritto a godere di frutti sani. Ogni parrocchia può acquistare le arance al prezzo dicosto, ovvero € 0,60 al kg, che comprende raccolta, confezionamento e spedizione.

E’ possibile scaricare il MODULO DI ORDINE ARANCE da compilare e inviare agli indirizzi animazionecaritas@modena.chiesacattolica.it  e caritas@modena.chiesacattolica.it   entro il 30 novembre 2020!

Le arance potranno essere donate ai poveri e alle famiglie in difficoltà.Siamo persuasi che inserire queste arance nelle confezioni di aiuti alimentari che ogni settimana distribuiamogratuitamente ai poveri del nostro territorio sarebbe un piccolo gesto di solidarietà e un grande dono per il prossimo Natale.

Per approfondire:

https://inmigration.caritas.it/progetti-nazionali/presidio

https://www.sosrosarno.org/

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *