CENTRI DI ASCOLTO DIOCESANO

Il Centro di Ascolto Diocesano, diretto da Federico Valenzano, è simbolicamente il luogo pastorale che esprime il mandato che la Chiesa di Modena affida alla Caritas per incontrare i poveri al fine di vivere nel quotidiano l’esercizio della Carità.
16 Obiettivo primario del Centro di Ascolto è farsi segno di prossimità della Chiesa Modenese nei confronti di ogni povero, ma al tempo stesso luogo pastorale che attraverso quegli incontri si occupa di sensibilizzare la comunità civile e parrocchiale ad accogliere i bisogni dei più fragili lasciandosi interrogare dagli stessi assumendo i problemi collegati a quei bisogni riconoscendoli come questioni comunitarie.
L’Ascolto della Parola, il continuo riferimento al Magistero della Chiesa e alle indicazioni del nostro Vescovo costituiscono dei riferimenti imprescindibili per costruire dispositivi adeguati a rispondere ai bisogni emergenti. Per mandato e funzioni il Centro di Ascolto Diocesano non duplica una serie di servizi che le istituzioni pubbliche e i servizi del territorio offrono a residenti e non; per questa ragione, si privilegia una logica di sussidiarietà, per la quale vengono attivate alcune progettualità che prevedono anche dei segni di aiuto, ma mai in un’ottica di sostituzione.
In questi anni il Centro di Ascolto diocesano ha intenzionalmente modificato orari di apertura, modalità di accesso e servizi offerti, diversificando anche i luoghi di incontro dei poveri nella convinzione che sempre più sia fondamentale immaginare una carità capace di vedere le nuove forme di povertà, nella loro complessità, di essere capace di coinvolgersi e commuoversi di fronte agli incontri e muovere passi verso le persone, invece che attenderli.
I principali orientamenti del nostro agire quotidiano a favore dei poveri sono:
offrire delle opportunità, insieme alle comunità parrocchiali e ai servizi
aiutare attraverso la relazione dove l’ascolto è valorizzato come “prodotto in sé” al di là degli interventi sui singoli bisogni
accompagnare nei percorsi di vita verso l’autonomia, al di là di logiche prestazionali
cercare di riconoscere le risorse delle persone accolte dando la possibilità di restituire quando si riceve, mettendo in circolo “beni relazionali”.
Il Centro di ascolto solitamente svolge azioni A FAVORE DEI POVERI di:
prima accoglienza e orientamento ad altri servizi
colloqui conoscitivi per collocare il bisogno dentro una cornice più complessa offrendo precocemente consapevolezza al soggetto delle problematicità che non sempre appaiono evidenti
incontri di prossimità e in situazione secondo la metodologia della conoscenza-azione
accompagnamento delle persone nei luoghi di vita e affiancamento nelle situazioni ordinarie e critiche
Il Centro di ascolto solitamente svolge azioni A FAVORE DELLE COMUNITÀ di:
offrire un coordinamento con i servizi socio- sanitari pubblici 17
costruire delle reti progettuali attorno a delle situazioni in logica di corresponsabilità
rispondere alla richieste delle Caritas Parrocchiali su situazioni altamente problematiche che riguardano un singolo, un nucleo familiare o il servizio pastorale in quella comunità
sviluppare progetti di accoglienza comunitaria o ripensamento di opere segno alla luce dei cambiamenti in atto
offrire accompagnamento formativo a partire dalle domande del contesto comunitario
Dove siamo:
Via dei Servi, 13 – MODENA – MO – 41121
Contattaci: 059/212202 – centroascoltocaritas@modena.chiesacattolica.it
Apertura al pubblico per primo ascolto:
Lunedì e Mercoledì dalle 8.30 alle 9.30 per l’accoglienza e la registrazione delle persone, successivamente gli ascolti continuano fino alle 13.00.
Richiesta di appuntamento o invio di persone da parte di Centri di Ascolto Parrocchiali, Servizi Socio-sanitari territoriali:
nei giorni ed orari in cui non vi è apertura diretta al pubblico, è possibile
incontrare un operatore del Centro di Ascolto su appuntamento previo contatto
telefonico o mail.