Il grande valore dei piccoli gesti

Soliera, altro esempio di comunità che si è attivata in queste settimane, si è attivata trovando risorse nuove e mettendo in rete gli aiuti grazie alla collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del comune, la caritas diocesana  e il gruppo scout Soliera 1.  

Durante l’emergenza Covid19 è stato attivato un servizio  telefonico per  le persone in difficoltà, prima in contatto direttamente presso il proprio centro d’ascolto, al fine di consegnare i beni alimentari in modo costante e duraturo nel tempo.

I volontari della Caritas parrocchiale hanno saputo cogliere questa opportunità per reinventarsi e trovare nuove modalità per farsi prossimi e affrontare le varie difficoltà che si sono fatte avanti in questi mesi: come utilizzare al meglio le donazioni ricevute, gli attrezzi elettronici forniti per sostenere i ragazzi nel proseguimento delle lezioni online e tante altre sfide quotidiane.

Tra le tante reti che si sono venute ad attivare, sicuramente di rilievo, quella con Coop Alleanza 3.0 con la quale la parrocchia ha potuto attivare un servizio di raccolta alimenti (un carrello a loro dedicato per la durata di due settimane). Questo contatto e l’attivazione di un servizio di ritiro degli alimenti donati nella mattinata del lunedì, ha permesso di mantenere sempre rifornito il magazzino parrocchiale. 

Volontari at work
https://youtu.be/iMhjLkVj2-I

I volontari raccontano: “La generosità di tanti benefattori ci ha permesso di acquistare alimenti per sostenere le famiglie più fragili. Al momento stiamo  lavorando per creare dei buoni spesa affinché le famiglie da noi seguite possano comprare cose per l’igiene personale, prodotti per l’infanzia, la pulizia della casa, detersivi, frutta, verdure varie e fresche.”

Anche i giovani del gruppo scout Soliera 1, una costante presenza in queste storie di comunità, così raccontano la loro esperienza e come hanno preso parte a questa ‘rete della solidarietà’: “Da un giorno all’altro ci siamo ritrovati chiusi in casa, con rigide restrizioni e senza la possibilità di essere a stretto contatto con le persone. L’11 marzo 2020 il Comune di Soliera ha contattato il nostro Gruppo Scout Soliera 1 con la proposta di creare una collaborazione per svolgere il servizio di consegna di generi alimentari alle persone più fragili; senza esitare abbiamo risposto “Sì” a questa chiamata”.

Dopo una formazione iniziale circa l’utilizzo dei DPI e le norme di sicurezza per tutelare hanno dunque iniziato il loro servizio per e con la comunità. Nel corso delle settimane le richieste sono state numerose e le famiglie hanno apprezzato con gratitudine questo servizio, si sono sentite accolte, aiutate e hanno avuto la possibilità di un breve scambio di parole di conforto. Ancora testimoniano: “Queste persone riempiono i nostri cuori e ci ricordano che, anche se stiamo vivendo un periodo difficile, i piccoli gesti hanno un grande valore”

Infine il messaggio che traspare chiaro da tutti i progetti e iniziative messe in campo dalla Caritas modenese, e quindi di richiamo anche le varie realtà parrocchiali, è l’estrema e significativa necessità di un lavoro silenzioso, un po’ dietro le quinte, fatto di telefonate e messaggi tra i volontari della caritas, dove le parole, i silenzi e i ritmi del discorso di ognuno prendono forma e cercano una possibile condivisione. Questa è la forza per portare avanti un progetto, un obiettivo, un credo.

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno” (M.T. di Calcutta)

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *