Una visita speciale al centro Caritas «Papa Francesco»

l’incontro

L unedì dell’Angelo trascorso a suon di chitarra nella gioia della Resurrezione. È stato questo il dono con cui don Giuliano Gazzetti ha rallegrato gli ospiti del Centro Papa Francesco durante la sua visita. Accolto dagli ospiti, il vicario del vescovo ha condiviso il pranzo insieme a loro e, successivamente, la musica e i canti hanno trasformato l’ambiente del centro d’accoglienza. Se da un lato gli ospiti si erano dati da fare nella preparazione dei piatti tipici da condividera, dall’altro don Giuliano aveva preparato un repertorio di canzoni che, insieme alla sua chitarra, ha infuso gioia tra i presenti.

L’incontro è iniziato con la benedizione della tavola e, durante il pranzo, è nato un dialogo fraterno tra don Giuliano e i presenti.

Osservando le misure di distanziamento sociale, alcuni ospiti hanno colto l’occasione per raccontare come sono arrivati al centro di accoglienza e il significato di questo percorso per ciascuno di loro, parlando della vita in comunità e delle attività realizzate durante questi giorni. Il vicario si è inserito come un amico in mezzo a loro e, dopo pranzo, ha sfoggiato il suo repertorio tirando fuori la chitarra: «Il ragazzo della Via Gluck», «La prima cosa bella» e altri classici della musica italiana hanno fatto da anteprima alle canzoni che anche gli ospiti hanno iniziato a proporre. Grazie a questo intreccio di melodie, si è presentata anche l’opportunità di conoscersi meglio durante gli intervalli tra un brano e l’altro. L’incontro si è concluso con una piccola mostra teatrale elaborata dagli ospiti del Centro Papa Francesco: la storia di una bambina che vede interrotta la normalità della sua vita per l’emergenza Covid–19 e invita tutti a «stare a casa», nella speranza di riabbracciarsi il prima possibile.

Estefano J. Soler Tamburrini

Lunedì dell’Angelo col vicario Gazzetti per tutti gli ospiti tra pranzo, canzoni e una mostra teatrale

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *