AVVENTO DI CARITA’ NELLE PARROCCHIE

La proposta della Caritas diocesana alle comunità per il nuovo cammino che porta verso il Natale

Il brano dei discepoli di Emmaus è l’icona evangelica scelta dalla Caritas diocesana, a partire dalle parole del vescovo Castellucci al ritiro di Nonantola, che fa da sfondo all’anno pastorale 2019–2020 e anche al sussidio preparato per il tempo forte di Avvento. Una icona, da arricchire con un breve testo e una preghiera, con la immagine dei discepoli di Emmaus in cammino, dal dipinto di Georges Rouault.

 Il cammino dei discepoli di Emmaus li porta a riconoscere che il viandante che si è loro affiancato è Gesù. Progressivamente passando attraverso l’affiancamento nella fatica, la spiegazione della parola, l’accoglienza e lo spezzare il pane, l’Eucarestia. Come dice papa Francesco, «il cammino che cominciamo in questi giorni è un nuovo cammino, un cammino di ciascuno, verso il Natale. E camminiamo verso l’incontro con il Signore. Il Natale è infatti un incontro: non solo una ricorrenza temporale oppure un ricordo di qualcosa di bello. Il Natale è di più. Noi andiamo per questa strada per incontrare il Signore. Dunque nel periodo dell’Avvento camminiamo per incontrarlo. Incontrarlo con il cuore, con la vita; incontrarlo vivente, incontrarlo con fede». Domenica 1° dicembre inizia l’Avvento. La Caritas diocesana ha inviato in questi giorni ai parroci la proposta per l’Avvento di fraternità, già anticipata nell’assemblea delle Caritas parrocchiali svoltasi sabato 19 ottobre. Da questo anno pastorale invita le parrocchie a dedicare la prima domenica di Avvento alla carità, per sensibilizzare e animare le comunità e, all’interno di essa, di proporre gesti di prossimità e avvicinamento alle situazioni dei più fragili da condurre nel periodo che precede il Natale. L’invito è che le parrocchie in questo tempo visitino e incontrino persone sole, anziane, povere, malate, per condividere insieme un po’ di tempo e far sentire il calore e l’affetto della comunità. Viene proposto di accompagnare il gesto con il dono dell’icona. Ogni parrocchia saprà declinare questo invito con modalità che le sono proprie; Caritas diocesana è disponibile ad aiutare per la progettazione di questo segno nell’ottica dell’animazione della comunità.

Nel periodo di Avvento che sta per iniziare, è importante cogliere questo invito del Papa, affinché sia un tempo di cammino nel quale sperimentare la gioia di incontrare il Signore nel fratello che sta accanto. Ogni parrocchia può provvedere in proprio alla stampa del materiale o chiedere alla segreteria della Caritas diocesana il numero delle icone necessarie da ritirare presso l’ufficio diocesano (telefono 059/7471557 o mail a caritas@ modena.chiesacattolica.it).

L’invito che è stato rivolto alle comunità è di dedicare questo tempo per visitare e stare più vicino a persone sole, povere, anziane e malate

I discepoli di Emmaus in cammino, ritratti nell’opera di Georges Rouault

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *