PRIME E SECONDE ACCOGLIENZE DI PERSONE SENZA DIMORA

La Caritas Diocesana promuove l’accoglienza di persone senza dimora o in forte disagio abitativo come strumento di assistenza e prossimità ai poveri, ma anche come mezzo di animazione e sensibilizzazione delle comunità parrocchiali. Per questa ragione l’accoglienza viene esercitata dalla Caritas sia in modo diretto, attraverso percorsi promossi dal Centro di Ascolto diocesano in autonomia o semi-autonomia residenziale, sia attraverso il coordinamento delle parrocchie che si rendono disponibili per percorsi di accoglienza comunitaria (non solo durante l’intero anno ma anche all’interno dei periodi di accoglienza invernale).
Obiettivo della Caritas Diocesana è quello di realizzare delle accoglienze che siano strumento di promozione delle persone accolte, che ne favoriscano il recupero di autonomia e ne valorizzino punti di forza e capacità personali.
Siamo convinti che la creazione di una forte rete relazionale, sul piano dei legami familiari, dei rapporti di amicizia e delle conoscenze in ambiti professionali o formativi, costituisca un capitale fondamentale e un esito maggiormente auspicabile rispetto al semplice conseguimento di un posto di lavoro e di un alloggio, perché garantisce una forma di protezione e sostegno duraturo nel tempo non solo a livello economico ma anche emotivo e psicologico.
Le comunità parrocchiali e le associazioni del territorio che desiderano mettere a disposizione un proprio alloggio al fine di promuovere un Progetto di Accoglienza con l’accompagnamento pastorale della Caritas Diocesana possono contattare la Segreteria Caritas