MENSA AUXILIUM

MENSA AUXILIUM

Al di fuori dell’ambito ecclesiale è presente a Modena una mensa cittadina, il “Self service Ghirlandina”, situato in pieno centro storico e che offre un servizio di ristorazione aperto a tutti, in uno spazio di 300 mq, diviso su due sale.
La fondazione Auxilium, ente che attualmente gestisce la mensa, ha scelto di far accedere al pranzo in mensa anche persone segnalate dai servizi sociali o dalle parrocchie. Questo però continuando a restare un’attività di tipo ricettivo aperta al pubblico e a clienti regolarmente paganti, per questo motivo non è
da considerarsi luogo opportuno per persone con problemi di dipendenza, senza fissa dimora cronici, persone violente o aggressive.
Gli operatori del Centro di Ascolto Diocesano utilizzano il pranzo in mensa come uno strumento di incontro informale con persone seguite dalla Caritas in alternativa e integrazione al colloquio in ufficio.
Altro aspetto rilevante è che qui le persone possono scegliere quanto e cosa mangiare invece che dover accettare il menù fisso. In questo modo viene riconosciuta loro la dignità di poter esercitare il proprio gusto e le
proprie preferenze di stile alimentare.
Inoltre sulle situazioni di alta marginalità riconosciamo il prezioso servizio che l’Associazione Porta Aperta offre da decenni alla città e inviamo alcune situazioni critiche richiedendo un lavoro educativo di relazione e conoscenza durante il consumo del pranzo all’interno della Mensa dell’associazione.
Il numero limitato di invii ad entrambe le realtà è una traduzione operativa della volontà di essere opera-segno e non di essere risolutori di una problematica più ampia e complessa.